Una tantum: l’uso corretto dell’espressione latina

Il latino ci ha lasciato molte espressioni che ancora sfruttiamo nel quotidiano, ma spesso capita che l0′ uso non sia propriamente corretto, chiaro esempio è l’espressione Una Tantum.

Avevamo già parlato della particolarità delle parole condicio e conditio, specie nell’utilizzo di conditio sine qua non e par condicio. In questo articolo affrontiamo la questione di un’altra parola che spesso subisce un uso non corretto.

Una tantum: cosa significa e come si usa

L’espressione Una tantum è tediosa perché può ricordare molto il nostro modo di dire italiano una volta ogni tanto. In realtà una tantum si traduce espressamente con “una volta sola”. Molte persone, però, fanno un uso non corretto di una tantum, volendo intendere “una volta ogni tanto”, proprio per la somiglianza fra l’espressione latina e quella italiana.
Invece una tantum e “una volta ogni tanto” significano due cose completamente diverse, addirittura potremmo dire opposte.

Il problema si pone soprattutto quando la persona con cui si parla conosce la traduzione corretta dell’espressione in lingua latina.
Pensateci: se siete a un colloquio e il datore vi chiede se siete disposti ad andare a Londra ogni tanto per lavoro, e rispondete “posso farlo, una tantum”, penserà che siete disposti ad andarci una volta sola. In questo modo, rischiate di non risultare i candidati ideali, e dimostrate di non sapere il latino 🙂

Default image
Giulia Gullaci

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Serve una mano?

Siamo qui per darti tutte le informazioni di cui hai bisogno. Scrivici su WhatsApp al 366 366 7166

Approfitta degli Sconti Estivi

Arrivano i Summer Sales di Dizione.it

Tutti i Corsi di Dizione in Promozione per il mese di Giugno