Confondere i nomi: ecco perché capita

Capita spesso che, mentre parliamo con qualcuno possiamo confondere i nomi delle persone con cui stiamo chiacchierando o a cui ci riferiamo nel discorso. Perché succede?

Il fenomeno si chiama Misnaming ed è molto comune. Incorriamo in questo “errore” quando ci stiamo riferendo a persone che conosciamo o che appartengono alla stessa categoria sociale, possa essere un gruppo di amici o un gruppo familiare. Può capitare anche di chiamare il proprio animale domestico con quello di un essere umano e viceversa.

Il problema è l’archivio del cervello

Perché però avviene con nomi appartenenti a persone che anche fra loro hanno un legame o si conoscono? Il motivo risiede nel modo in cui il nostro cervello archivia le nozioni.
I nomi, infatti, vengono divisi in categorie, quindi capita che il nostro cervello recuperi un nome sbagliato, nonostante la categoria sia giusta. Ecco perché scambiamo nomi fra persone che possono conoscersi o hanno legami fra loro.

Come spiega anche questo articolo del Corriere della Sera, basatosi su uno studio riportato sulla rivista Memory and Cognition, la possibilità di errore fra nomi simili è molto più alta perché il cervello deve distinguere ancora più precisamente il nome in questo caso, non cascando nell’ illusione della somiglianza fonetica. Lo studio ha invece dimostrato che la somiglianza fisica tra i proprietari del nome scambiato ha nulla o poca influenza sul misnaming.
Inoltre, questo fenomeno non è prerogativa di chi è più anziano: confondere i nomi capita a tutti e in tutte le fasce d’età. Lo studio ha dimostrato infatti come anche gli studenti universitari incorrano spesso in questo errore, specie quando si devono riferire ai loro compagni.

Nonostante non si conosca ancora a fondo la dinamica neurologica di questo fenomeno, il processo è chiaro e soprattutto, non è un fenomeno patologico, dunque non ci si deve allarmare.

Piuttosto, adesso sappiamo perché da piccoli i nostri genitori o i nonni prima di chiamarci col nostro nome passavano in rassegna tutto l’albero geneologico! 😉

Se ti è piaciuto questo articolo, potrebbe interessarti anche Dizione: le 10 parole che spesso pronunciamo nel modo errato.

Default image
Giulia Gullaci

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Serve una mano?

Siamo qui per darti tutte le informazioni di cui hai bisogno. Scrivici su WhatsApp al 366 366 7166